IL DHA

Che cos’è il DHA?

Il DHA o acido docosaesaenoico, è un acido grasso omega-3 presente nel grasso dei pesci d’acqua fredda (pesce azzurro). Insieme all’EPA (acido eicosapentaenoico), sono i due acidi grassi omega-3 più importanti per la salute umana. Non possono essere prodotti dall’organismo e possono essere ottenuti solo dai cibi.

Perché è importante integrare l’alimentazione con il DHA?

Secondo diverse organizzazioni di tutto il mondo, la dose minima di DHA nelle società industrializzate è di 50-150 mg/giorno, mentre la dose minima giornaliera raccomandata è di 250-350 mg/giorno. Pertanto, la dieta moderna (inclusa quella mediterranea) è in molti casi carente di DHA. Alcune culture, come quella degli Inuit o giapponese, consumatori regolari di pesce crudo, raggiungono delle dosi giornaliere di 700-1000 mg DHA.

Durante la gravidanza, allattamento, infanzia e adolescenza il DHA è una sostanza nutritiva molto richiesta dal nostro corpo, soprattutto a livello cerebrale e visivo. Nonostante la loro importanza per il nostro organismo, non siamo in grado di produrre DHA e dipendiamo completamente dall’apporto esterno tramite l’alimentazione o l’integrazione.

Vari studi hanno dimostrato che determinati gruppi sono spesso carenti di DHA (ad esempio,  vegetariani, bambini prematuri o nati da parti gemellari, persone con problemi di concentrazione o apprendimento così come anziani con una nutrizione scarsa),e in questi casi è raccomandabile un apporto esterno tramite l’integrazione.