DHA e Problemi di concentrazione e apprendimento (TDA, ecc.)

Secondo diversi studi, i bambini con difficoltà di apprendimento come il Deficit di attenzione con o senza iperattività (TDA/TDAH), autistici, dislessici, ecc. hanno dei livelli sanguigni di omega-3 più bassi rispetto a quelli di bambini della stessa età senza tali problemi. La causa di fondo è sconosciuta, ma sembra che la supplementazione con omega-3 può aiutarli.  A questo proposito, fra i principali acidi grassi omega-3 (DHA e EPA), il DHA sembra essere quello che svolge un ruolo più rilevante (ad esempio, dosi: 0,5-2 g DHA/giorno). La supplementazione regolare con DHA in bambini, adolescenti o adulti con problemi di concentrazione e apprendimento, è uno strumento che aiuta a migliorare tali condizioni.

• Germano, M, et al.(2007) Plasma, red blood cells phospholipids and clinical evaluation after long chain omega-3 supplementation in children with attention deficit hyperactivity disorder (ADHD). Nutritional Neuroscience, Vol. 10, pp. 1-9
• Kiso Y
(2011) Pharmacology in health foods: effects of arachidonic Acid and docosahexaenoic Acid on the age-related decline in brain and cardiovascular system function. J Pharmacol Sci.115(4):471-5.
• Milte CM et al., (2011) Polyunsaturated fatty acids, cognition and literacy in children with ADHD with and without learning difficulties. J Child Health Care 15(4):299-311.
• Schuchardt JP, Huss M, Stauss-Grabo M, Hahn A (2010) Significance of long-chain polyunsaturated fatty acids (PUFAs) for the development and behaviour of children. Eur J Pediatr.169(2):149-64